Asti 51° Congresso UNGDCEC: realizzare la Formazione "come domanda vuole" – Il progetto Alavie ed ANC

Come previsto, interventi ed incontri di ieri ad Asti, sono stati significativi e densi di nuovi stimoli. Il programma di oggi completa un quadro piuttosto ricco di argomenti da approfondire. Li toccheremo uno per uno negli articoli a seguire, cominciando da quella che per noi di Alavie e per ANC era una priorità: la Formazione sull’Antiriciclaggio.

vito ziccardi

di Vito Ziccardi
A.D. Alavie srl

Asti, 19 aprile

Sullo specifico argomento va detto che sin dalle prime ore di ieri siamo stati piuttosto colpiti dall’interesse dimostrato dai partecipanti al Congresso, verso il tema Formazione, che si è accentuato particolarmente quando si è parlato di Formazione evoluta. Dove l’evoluzione, nello specifico, va intesa principalmente nell’innovativo concetto di Formazione basata sulla sinergia con l’utente finale e sul completo (e scalabile) soddisfacimento delle sue esigenze.

La realizzazione effettiva di un tale livello di servizio segue ovviamente un un rigoroso protocollo che comporta, in sintesi, un approfondito studio preliminare ed una erogazione finale che preveda controllo ed affiancamento dell’utente, secondo la sua tempistica e disponibilità.
Obiettivo ambizioso ma possibile, con le risorse sia umane che tecnologicamente avanzate, oggi disponibili per la Formazione (e la gestione dei servizi in genere).

Una delle risorse imprescindibili per la soddisfazione del mercato è la conoscenza del target e dei suoi reali bisogni. Ma in questo caso si tratta di attivare una conoscenza basata sull’interazione, invece che sulla semplice osservazione.

L’accordo raggiunto ieri con ANC (nella foto sotto il presidente, Marco Cuchel) è mirato esattamente sul focus predetto e consiste in un Progetto di Formazione avanzata, disegnata sui bisogni espressi dagli associati. Che parte, infatti, con la stesura di un piano di acquisizione e scambio di informazioni mirate.

La particolare figura del Commercialista e dell’Esperto Contabile, ed il ruolo presente e preparato dei rappresentanti di categoria con i quali ci relazioniamo, predispone al miglior soddisfacimento di questo genere di iniziative, poiché sia UNGDCEC che ANC hanno da tempo monitorato le necessità delle categorie ed hanno formulato, sia nei confronti delle Autorità, ma anche verso i fornitori di servizi, progetti migliorativi e richieste mirate ad ottenere qualità nelle prestazioni, trasparenza delle normative, supporto reale, ascolto, presenza e collaborazione con tutti gli operatori del settore.
—————————-

Al prossimo appuntamento.

marco cuchel e vito ziccardi