Professionisti e Social Media: iniziative ed interazioni collettive in aumento.

associazioni-fbSi riscontra negli ultimi 12 mesi un aumento della presenza di professionisti su Facebook, che abbiamo già osservato. E’ importante analizzarne anche il comportamento ed il suo significato nel futuro delle relazioni fra tutti gli operatori di un dato settore.

Le associazioni di categoria nazionali come ANC ed UNGDCEC che hanno creato questi profili Facebook per promuovere la comunicazione associativa, sono state seguite dalle sedi locali che, sulle proprie pagine, oltre a divulgare le notizie di generale interesse entrano in argomenti peculiari al territorio e si scambiano commenti operativi e/o di solidarietà, su temi ed iniziative comuni. Permettendo ovviamente a chiunque di vedere e condividere.

AMPIA VISUALE DI MICRO-REALTA’

L’apparente web-globalizzazione della comunicazione – anche professionale – ad uno sguardo attento svela piuttosto la soggettività di tante micro-comunità fatte di persone ed impegno quotidiano, nelle diverse aree d’Italia, che poi convogliano nelle associazioni nazionali.
Solo il web 2.0 poteva darci questa ampia visuale, per capire come, nel tempo, si stia evolvendo il lavoro ma anche il pensiero dei commercialisti.

Il vantaggio non è da poco: una scorsa su Facebook permette quotidianamente di “intercettare” gli interessi ed i bisogni dei professionisti, i loro eventi in corso e soprattutto le analisi e le proposte al Governo per migliorare ruolo e lavoro di questa categoria.
Chi legge e concorda, può farlo anche concretamente, cliccando sul “Mi piace” e condividendo quel post sul proprio profilo. Così visualizzazioni, le informazioni (e magari ulteriori consensi) si moltiplicano viralmente.

C’è ancora, come in tutte le comunità, una percentuale di commercialisti che usa Internet solo per mandare email e consultare i treni in partenza, d’altra parte il tempo è davvero poco. Ma proprio questa scarsità di tempo libero rende Facebook lo strumento ideale e se ne stanno accorgendo anche i più restii alle novità.

COMPETENZA GIURIDICA CONDIVISA E NON VIRTUALE

L’aumento di professionisti e giuristi nei Social Media sta vedendo anche un moltiplicarsi di petizioni online, per cambiamenti da apportare alle leggi sia in materia penale che fiscale. I professionisti le discutono, le divulgano sulle fan page ed aiutano i non tecnici a comprendere e partecipare consapevolmente.
Durante i convegni si dibattono ipotesi e proposte che divengono sorta di manifesti che adesso ciascuno contribuisce ad affiggere per tutta la nazione, sia pure quella presente su Facebook.
Quindi è virtuale? Non propriamente.

Le news pubblicate sulle Fan Page delle associazioni di professionisti di tutta Italia, sono tutto meno che virtuali. Altresì i consensi. Quando il presidente di un’associazione di commercialisti, così come ogni professionista che faccia dei Social Media uno strumento di divulgazione professionale e non sulla sua vita personale, propone un proprio o altrui documento, o inserisce un commento, ci mette la faccia davanti ad associati, clienti, operatori del settore.

Chi di noi, d’altra parte, non va a cercare la pagina Facebook di ogni soggetto – persona o associazione – che gli interessi? E trovatala, cosa pensate che lo colpirà?

COME MIGLIORARE

Per aziende e professionisti o loro gruppi ed associazioni, ci sono due regole base da seguire su Facebook :

Innanzitutto è importante la “freschezza delle notizie”.
Tristissime le pagine in cui l’ultimo post è vecchio di 1 mese o più. Esprimono abbandono ed incuria. Meglio allora non avercele, se dobbiamo trascurarle pur avendo tutte le buone ragioni del mondo.

Commentare le pagine altrui.
Aspettarsi il consenso comune, se non siamo i primi ad elargire consensi, è improponibile. Quindi è d’uopo destinare del tempo anche a scegliere e condividere o almeno commentare quelli su cui concordiamo con un “Mi Piace”.

In Alavie riteniamo che la crescita nelle relazioni online ci offra l’opportunità stare al fianco dei nostri clienti in altri contesti di loro interesse.

Oltre alla sponsorizzazione di eventi ed iniziative di settore, anche la pagina dedicata all’Antiriciclaggio, argomento che ci vede impegnati anche in ricerche e sondaggi costanti, è adesso fra gli strumenti con i quali contribuiamo al potenziamento della comunicazione di tutti.

Ringraziamo chi ci sosterrà, naturalmente cliccando su “Mi Piace” :).