Privacy: aumentano le violazioni. Attenzione al telemarketing ed al trattamento dati dei clienti.

rapporto garanteIl recente rapporto annuale del Carante della Privacy ha segnalato un aumento preoccupante delle violazioni che sono state 578, rispetto alle 358 dell’anno precedente.
3 milioni e 8oo mila euro l’ammontare delle sanzioni emesse, soprattutto per il mancato rispetto del trattamento dei dati dei clienti.

Fra gli strumenti analizzati, spicca per numero di segnalazioni degli utenti, il telemarketing  – per gli operatori inadempienti la norma prevede sanzioni che vanno dai 10.000 ai 120.000 euro – per cui il Garante ha previsto nel 2011 uno speciale registro delle opposizioni, e sino al marzo 2013, l’ammontare delle sanzioni emesse per attività di telemarketing non conformi, è stato di 1.420.000 euro.

L’attenzione mediatica è stata attirata maggiormente dalla parte di questo rapporto riguardante i Social Network e Google, contro la cui politica di trattamento dati degli utenti, si stanno coalizzando gli stati membri dell’UE, che stileranno un elenco comune di osservanze delle norme sulla privacy, da far rispettare ai colossi mondiali del web.

Ma, in generale, resta il problema della poca conoscenza di imprese e professionisti, circa le regole sulla sicurezza e la gestione dei dati di terzi, in cui certamente la comunicazione digitale è il contesto da approfondire in tutti i suoi aspetti.

telemarkNon solo Google viola la privacy degli iscritti ai suoi servizi, qualsiasi sito nostrano in cui si richieda l’immissione dei nostri dati, dovrebbe attenersi alle norme previste, ma – come segnalato anche in un articolo precedente sui cookie e la privacy, – le attività di marketing innescate online, sia attraverso email indesiderate, che attraverso cookies che rubano e rivendono i nostri dati, si stanno facendo sempre più aggressive e sorde alle proteste degli utenti.
Sino a che non vengono sanzionate.

Anche la Privacy quindi, è correttamente gestibile prima di tutto grazie alla competenza, che si acquisisce con la Formazione specifica. Conoscere l’argomento permette poi di saper utilizzare tutti gli strumenti (di marketing come di protezione dati), in modo corretto e controllato.

Le nostre iniziative di divulgazione continuano, anche in collaborazione con altre realtà sensibili ed interessate alla materia. Qui il prossimo workshop gratuito, in cui Vito Ziccardi interviene su Privacy e 231.

Fonti: