Antiriciclaggio: "Comunicazione al CERVED dei titolari effettivi". Contestata la notizia del Sole24Ore dagli esperti su LinkedIn.

ANTIRICICLAGGIO ForumLinkedinAbbiamo già descritto in precedenti articoli l’evoluzione della comunicazione da parte delle associazioni di categoria di commercialisti ed esperti contabili, che utilizzano Facebook, Linkedin e Twitter efficacemente, per aggiornare in tempo reale gli iscritti (ma ovviamente, anche tutti gli interessati che visitano le pagine ed i profili Social di queste associazioni) su notizie interne e convegni.
Nel corso dei mesi notiamo un costante incremento della presenza su tutti i  Social Media, di tecnici e consulenti Antiriciclaggio che postano e commentano le ultime news dei loro Blog e delle pubblicazioni specializzate come il Sole24Ore.
Ma non sempre con esiti felici per gli autori degli articoli.

E’ di questi giorni infatti la pubblicazione da parte del più famoso quotidiano finanziario italiano, di una notizia che viene duramente commentata dagli addetti ai lavori, come testimonia l’immagine a destra, iscritti al gruppo di discussione “Forum Antiriciclaggio” su Linkedin. (Link per visualizzare o iscriversi >>). 

CLICK per ingrandire l'immagine.

CLICK per ingrandire l’immagine.

Questa community è composta da oltre 1.130 membri che operano per varie realtà: società di consulenza, istituti di credito, assicurazioni.. ed ovviamente commercialisti ed esperti contabili. Non tutti sono quotidianamente attivi con post e commenti, ma tutti ricevono via email o scorrono su LinkedIn le ultime news pubblicate nel gruppo e sono liberi di intervenire e di contribuire (con l’immancabile bottone “condividi” o semplicemente diffondendo il link anche via email o in altri articoli, come in questo caso) alla diffusione della discussione su altri spazi e Social Media, innescando quella che in gergo viene chiamata “viralizzazione”.

Andando alla questione posta: “In sede di adeguata verifica sarà necessario comunicare i “titolari effettivi” delle società a Cerved?“,  le critiche all’articolo per le imprecisazioni non sono certo velate.

Altra stecca del Sole 24Ore, ne beccasse una sull’antiriciclaggio…” è il commento postato da uno dei membri, che sintetizza efficacemente anche per i non addetti ai lavori, il pensiero comune. Altro commento significativo è il riferimento alla FATCA* che, come commenta nel forum un’esperta, “..prevede un controllo ancor più stringente sui titolari effettivi ai fini fiscali“.

Che i commenti al post in oggetto siano solo 6 – alla data odierna – è un valore che va saputo leggere. 6 commenti di specialisti proveniente da diverse realtà, ma tutti concordi, in un forum così tecnico, è un dato molto significativo. In genere infatti i commenti non sono numerosi, ma sappiamo che sono invece molto numerosi coloro che si limitano a leggere ed informarsi. Spesso altri membri non intervengono proprio perché in totale accordo con chi ha già espresso la loro stessa opinione che, quindi, non ritengono doveroso reiterare.

In sintesi: sta cambiando la percezione della notizia, anche tecnica: non vengono più accettate ciecamente affermazioni “provenienti dall’alto”, ma incrociate con i feedback degli utenti che si esprimono sui Social Media. Un po’ più faticoso, è vero, iscriversi ai gruppi mirati, leggere e talvolta intervenire, ma alla luce anche di questo caso (che non è certo l’unico), non si può far a meno di desumere che solo confrontando i dati provenienti da tutti i canali e non solo da quello che ha il Brand più famoso, si ha la vera consistenza di una notizia. E quindi la corretta informazione.

______________________________

FATCA*:  Il Foreign Account Tax Compliance Act, in sintesi,  è un accordo progettato dagli USA principalmente per combattere l’evasione e recuperare le entrate fiscali federali. Attualmente sottoscritto da altri 80 Paesi. L’Italia aderirà nel prossimo luglio 2014. E’ stata soprattutto la necessità di adeguamento nei processi di compliance sollevata dai tecnici, che determina uno slittamento dei termini precedentemente previsti entro l’anno. Per chi volesse approfondire ulteriormente l’argomento, segnaliamo: Che cosa prevede la Fatca.