Controlli sui costi della black list

dal Sole 24Ore del 24/09/2014

Le imprese che acquistano beni o servizi da soggetti localizzati in stati a fiscalità privilegiata non posso dedurre i relativi costi, se non dimostrando che il fornitore svolge effettivamente l’attività commerciale, le operazioni sono davvero avvenute e sono state fatte per ottenere un effettivo interesse economico.
In tal caso nell’UNICO è necessario indicare fornitori (imprese e professionisti) localizzati negli stati a fiscalità privilegiata specificati nel Dm 23 gennaio 2002. I fornitori del 1° gruppo, come specificato dal Dm 23 gennaio 2002, sono sempre Black list.

Per quelli del 2° e del 3° gruppo occorre verificare se vi siano i presupposti per far scattare la presunzione. La verifica viene effettuata acquisendo gli statuti, i certificati di residenza fiscale, i bilanci, le dichiarazioni dei redditi, ecc.