Approfondimento: gli effetti retroattivi della depenalizzazione.

La norma che depenalizza i reati relativi all’antiriciclaggio previsti dall’articolo 55 del Dlgs 231/2007, di cui abbiamo trattato in un nostro precedente articolo, si applica anche retroattivamente per quei professionisti, revisori contabili e intermediari che abbiano già conseguito denunce all’autorità giudiziaria a seguito di verifiche di inadempienza da parte della Guardia di Finanza.

Tuttavia, la retroattività delle norme vede alcune situazioni particolari, a seconda che alla data in cui è entrata in vigore la depenalizzazione, sia già in corso un procedimento penale. In particolare, come illustra Antonio Iorio su il Sole 24 Ore del 17 novembre:

  1. Violazioni scoperte in futuro, ovvero relative al periodo in cui effettivamente costituivano reato penale. In questo caso esiste la possibilità per il professionista di mediare con l’Autorità Amministrativa competente, concordando un pagamento ridotto a saldo dell’ammenda prevista.
  2. Procedimento in corso, per i cui casi si prevede ora il trasferimento della documentazione dall’Autorità Giudiziaria a quella Amministrativa.
  3. Azione penale esercitata, per cui è prevista sentenza inappellabile di assoluzione o di non luogo a procedere, poiché il fatto non è oggi reato penale secondo la legge.
  4. Azione non esercitata: in caso di procedimento già iscritto è ora prevista la trasmissione degli atti nel registro delle notizie di reato.
  5. Infine, in caso di condanna con procedimento già chiuso prima dell’entrata in vigore del decreto che depenalizza gli obblighi antiriciclaggio, il giudice dell’esecuzione revoca la sentenza, poiché il fatto non è oggi reato penale.

In questo contesto ed in considerazione delle aumentate sanzioni di carattere pecuniario applicate a violazioni anche passate, emerge chiaramente la necessità di verificare il livello di allineamento alla normativa non solo in chiave di gestione futura ma anche per quanto concerne il passato di studio. Contattaci tramite il form, un nostro consulente è a tua disposizione per verificare lo stato di allineamento alla normativa del tuo Studio.