Convegno ANC Bologna – 3 Ottobre 2014

Che cosa vogliono i commercialisti? Sopravvivere, come minimo! Ecco come. (Ne parliamo insieme a Bologna).

Pensare semplicemente a sopravvivere sembrerebbe riduttivo per una delle professioni che, in passato, ogni famiglia agognava per i propri figli poiché recava prestigio e guadagni. Se non fosse che oggi sono gli stessi commercialisti a parlare di “sopravvivenza”: quotidianamente sui Social Media, periodicamente nelle testate e nei canali tv di settore, e pure l’Associazione Nazionale Commercialisti ha deciso di utilizzare questo termine estremo come titolo per il prossimo convegno del 3 ottobre a Bologna: “COMMERCIALISTI – SOPRAVVIVERE TRA LA COMPRESSIONE DEI DIRITTI E LA MOLTIPLICAZIONE DEGLI OBBLIGHI”

Una delle normative che attualmente mettono più in difficoltà Commercialisti ed Esperti Contabili e ne minacciano, appunto, la sopravvivenza, è quella Antiriciclaggio, in virtù della quale negli ultimi anni sono triplicati i controlli delle autorità e pesantemente inasprite le sanzioni per i professionisti non completamente adempienti.

Diverse proposte di cambiamento di questa ed altre norme, sono state portate avanti dalle associazioni di categoria, che si spera trovino il dovuto ascolto da parte dei legislatori, ma, in attesa di una equa riforma che riporti la professione al suo ruolo naturale di supporto al cliente, resta valido, ora più che mai, affinare le competenze ed aggiornarsi sistematicamente per tutelarsi dalle pesanti conseguenze, in caso di una verifica che rilevi mancati adempimenti.

Questo bisogno di maggiori informazioni, è reso evidente dai numerosi quesiti che, soprattutto su Facebook, i commercialisti postano in cerca di aiuto dai colleghi, organizzando altresì eventi sociali per conoscersi e scambiare le proprie competenze ed esperienze, poiché l’aggregazione e la sinergia, in questo critico momento, sono risorse vitali.

COMUNICAZIONE: ALLA BASE, L’ASCOLTO.

L’attività di ascolto e condivisione dei temi posti dai commercialisti, è la strada scelta dai consulenti Alavie per supportare i professionisti a 360°, sia pubblicando nella rubrica “Dalla parte del Commercialista” tutte le iniziative di associazioni, ma anche di singoli gruppi, che contribuiscano alla diretta conoscenza delle loro argomentazioni ed a migliorare la professione, sia divulgando nella pagina Facebook Antiriciclaggio, i post dei professionisti ed i link ai loro gruppi, affinché si diffondano lo “spirito unitario” e le risorse che tutti gli iscritti mettono a disposizione (news, chiarimenti, collaborazioni..) anche fra i professionisti che ancora non conoscono queste comunità.

Proprio sulla scorta di questa crescente domanda di supporto ed informazioni, Alavie ha considerevolmente intensificato nell’ultimo anno le attività di supporto formativo non soltanto ai clienti (con webinar gratuiti di aggiornamento), ma a tutti i professionisti, con iniziative utili come workshop ed audit live aperti agli iscritti presenti nei convegni associativi.
Il prossimo sarà tenuto proprio nel convegno del 3 ottobre a Bologna. Tutti i professionisti interessati potranno parteciparvi iscrivendosi qui.

AUDIT.. PERCHE’ OGNI PROFESSIONISTA E’ DIVERSO.

Se in teoria le criticità del momento accomunano tutti, nella pratica, correggere e/o rendere comunque più agevoli i propri adempimenti Antiriciclaggio, rende fondamentale sapere dove e come intervenire specificamente. Le guide generiche largamente diffuse contengono senz’altro tutte le informazioni di cui alla norma vigente, ma solo con un’analisi della propria situazione, il commercialista potrà determinare con accuratezza quali aggiornamenti gli saranno realmente utili.